Tappa 10: Da Ponte Monzone a Fosdinovo

Difficoltà: E 20 737 461 578 218 7h

Lunga tappa che dalle pendici delle Apuane conduce, attraverso uno degli angoli più selvaggi della Lunigiana, fino alla vista del mare nei pressi dell’affascinante castello di Fosdinovo. Colli boscosi, foreste di castagno, forre e torrenti, isolati minuscoli borghi ove tutto pare essersi fermato ad un tempo lontano, privi anche di un semplice bar ma tuttavia abitati con orgoglio nel lontano ricordo dei fasti di un tempo, quando erano borghi incastellati, importanti punto di riferimento nella gestione del territorio in epoca Medioevale e Rinascimentale. Nella sua durezza forse la tappa che più rappresenta la terra di Lunigiana.

Segnalazioni

  • Percorso molto lungo e con dislivelli significativi con scarse possibilità di soste intermedie 
  • Frequenti possibilità di rifornimento d’acqua nei borghi. Pochissimi negozi di alimentari e punti di ristoro intermedio lungo il percorso.
  • Tratti di sentiero infrascati tra Terma e Pieve di Viano e tra Cecina e Bardine

Descrizione della Tappa

Lasciato il paese di Ponte di Monzone si imbocca il sentiero nei pressi del parco pubblico adiacente l’ufficio postale per raggiungere in breve la Strada Provinciale 10 per Tenerano che si segue per meno di un chilometro fino a Isolano. Qui si imbocca un sentiero che dapprima conduce al borgo di Terma e poi alla Pieve di Viano (fonte), sbucando sulla strada (Via Provinciale Cologno) proprio a valle della chiesa. Il sentiero riprende poco più avanti, appena prima il piccolo cimitero che sorge a monte della Pieve e continua in salita fino a giungere nei pressi del prime case di Campiglione in località via Botteghino (fontana). Qui, in prossimità dell’incrocio con la strada per Cecina, si riprende il sentiero che sale fino al suggestivo borgo di Viano (fonte; circolo sociale), che sicuramente vale una breve visita. Dal borgo si prosegue per bella strada bianca fino a raggiungere in breve un piccolo isolato oratorio (località Chiesina) sul cui fianco sinistro parte il sentiero che scende a Cecina. Da Cecina si prosegue fino a Bardine e da lì si segue la piccola stradina asfaltata (via Molino) che in breve si ricongiunge alla Strada Provinciale 10 per Tenerano (a bassa intensità di traffico) che risale il versante opposto della valle del torrente Bardinello fino a giungere dopo circa 2,5 km a Marciaso (bar trattoria e circolo ARCI ), superato il quale, presso il cimitero posto su un piccolo colle, si riprende il sentiero e poi la strada forestale in direzione del prezioso piccolo borgo di Pulica, che si raggiunge con ultima breve salita presso la sua porta settentrionale. Attraversato il bel borgo antico (fonte) e successivamente la parte nuova del paese (piccolo bar e trattoria Bruna) si giunge nei pressi di una cappella dedicata a San Rocco sul cui fianco destro si imbocca la forestale e poi il sentiero (fonte) che – con fondo non sempre agevole  - sale verso Monte Carboli giungendo presso la località “la Svizzerina” da dove in breve si giunge alla strada che conduce al bel borgo di  Fosdinovo ed al suo magnifico Castello di Malaspina (bar, ristoro, alloggi, farmacia, poste, negozi).

Informazioni Utili

  1. A Viano esiste un circolo ricreativo gestito da giovani del posto che oltre a una piccola rivendita di prodotti alimentari e per uso domestico può offrire anche pasti caldi e ospitalità, previo accordo. Contattare Fabio Basini +30 320 9381536;
  2. A Fosdinovo possibilità di pernottare nel suggestivo ostello ricavato nei locali del Castello, proprio nei pressi di uno dei più rinomati ristoranti della Lunigiana;

Vi preghiamo di segnalare eventuali criticità o proposte di miglioramento dell'itinerario scrivendo a cairesentierodeiducati@gmail.com . Grazie per il vostro aiuto!

Condividi questa pagina