Tappa 10var: Deviazione Ponte Vecchio

Deviazione che consente di raggiungere un sito di un interesse storico (antica sede di mercato, attiva dal Medioevo sino al XVIII secolo) e archeologico (furono qui trovate 9 statue stele dell'epoca del Bronzo e del Ferro) lungo quella che fu la "Via di Reggio", tra Reggio Emilia e Carrara. Luogo che conserva ancora un certo fascino per i pochi ma suggestivi ruderi rimasti e per la presenza di antico ponte a schiena d'asino.

Giunti da Bardine all’incrocio con la SP10, anziché proseguire subito per Marciaso si può invece raggiungere località Ponte Vecchio, percorrendo la SP in opposta direzione (sinistra) verso Tenerano per circa 600 m fino all’imbocco di un’ampia strada forestale che in circa 15 minuti conduce alla suggestiva località di Ponte Vecchio (sito ameno costituito dai ruderi di un antico borgo medievale e, proseguendo, da un piccolo ponte a schiena d’asino sul torrente Bardinello, là dove esso riceve anche le acque del Canale di Bocciari) area di ritrovamento delle statue stele, segno dell’antica frequentazione della zona. Ritorno lungo il percorso di andata.

Condividi questa pagina