Informazioni

Quando andare

Il Sentiero dei Ducati può essere percorso in tutte le stagioni dell’anno, tenendo conto di possibili abbondanti nevicate durante il periodo invernale e avendo cura di evitare i periodi piovosi e quelli subito successivi in cui, soprattutto nelle prime tratte che attraversano vasti affioramenti argillosi, il sentiero può diventare molto fangoso, rendendo difficile e faticoso il cammino ed a volte del tutto impossibile la pedalata (fango “colloso” che blocca le ruote nella forcella).

A causa della quota limitata, in Estate le alte temperature e l’umidità possono diventare fastidiosi nelle tratte iniziali e finali, regalando comunque serate fresche e meravigliose notti stellate. Partendo all’alba e sostando in un qualche ombroso riparo durante le ore più calde è comunque certamente godibile anche nei mesi più caldi, da Giugno ad Agosto. 

I periodi migliori per percorrere il Sentiero dei Ducati sono senza dubbio in Primavera e Autunno quando i colori della natura, la luminosità e la lunghezza delle giornate consentono di godere appieno la bellezza dei paesaggi mentre le temperature miti favoriscono il cammino. Tutto il percorso si snoda attraverso ampie distese di latifoglie che dunque in autunno si colorano in modo spettacolare richiamando gli amanti del “foliage”. Lungo il percorso si incontrano anche molti guadi, alcuni dei quali, come quello sul torrente Liocca (subito dopo Succiso) o del torrente Mommio tra Sassalbo e Casola, possono diventare difficoltosi o impossibili in caso di forti precipitazioni o per lo scioglimento delle nevi.

Anche lInverno (di questi tempi ormai molto secco e con temperature relativamente miti) può riservare in realtà piacevoli esperienze di cammino. Giornate limpide e terse che permettono di spaziare con la vista da un lato sull’intero arco Alpino e dall’altro fino al mare Tirreno e le sue isole. L’alto appennino d’inverno regala atmosfere affascinanti, con migliaia di tronchi argentei e spogli a fare da colonne di un’immensa cattedrale della natura. Un trekking invernale va tuttavia affrontato con le dovute precauzioni ed il necessario equipaggiamento, soprattutto in caso di ghiaccio e neve (a volte anche molto abbondante) prestando sempre e comunque molta attenzione nel percorrere i tratti fangosi.

Come arrivare al Sentiero dei Ducati

La partenza del Sentiero dei Ducati, tradizionalmente fissata presso il paese matildico di Quattro Castella, può essere facilmente guadagnata anche a piedi, tramite una bellissima tappa aggiuntiva, o in bicicletta (20 km in gran parte su piste ciclabili e stradine a bassa intensità di traffico), partendo dal centro  di Reggio Emilia, deliziosa città ricca di tesori nascosti  perfettamente collegata ai principali aeroporti del nord Italia grazie alla stazione ferroviaria dell’Alta Velocità “Mediopadana”, gioiello architettonico opera dell’archistar Santiago Calatrava. 

 

In automobile:

tramite Autostrada A1 Milano -Roma. Se provenienti da Nord uscire al Casello “Terre di Canossa-Campegine” se in arrivo da Sud uscire al Casello “Reggio Emilia”. In entrambi i casi circa 20 Km/20 minuti da Quattro Castella (albergo, B&B, bar, farmacia, negozi, ampie possibilità di parcheggio non custodito). 

In Aereo:

gli aeroporti più vicini a Reggio Emilia sono quello di Parma (pochi voli nazionali) e di Bologna (scalo internazionale). Anche quelli di Milano (Linate, Malpensa, Bergamo-Orio al Serio) e di Roma (Fiumicino) sono comunque collegati a Reggio con comodo servizio autobus o ferroviario.

In Treno e Autobus:

Reggio Emilia può facilmente essere raggiunta in treno sia con la linea tradizionale che con la più veloce e moderna linea dell’Alta Velocità (AV) da Bologna o Milano, con fermata presso la stazione Mediopadana AV. 

Autobus di linea collegano poi entrambe le stazioni ferroviarie al centro della città e alla stazione dei pullman, da cui partono corse giornaliere per Quattro Castella (circa 45 minuti da centro città; circa 1,30 da Stazione Mediopadana AV). 

A piedi o in bicicletta:

Se si desidera iniziare il cammino direttamente da Reggio Emilia, attraversato il grazioso centro storico cittadino si può imboccare la pista ciclopedonale del torrente Crostolo (che è anche Via Matildica dal Volto Santo – sentiero CAI 646) fino a giungere a Rivalta e da lì, con varie alternative, arrivare Quattro Castella. 

In Bicicletta

Itinerario Ciclo-turistico: Giunti nella città di Reggio Emilia con mezzi propri o pubblici, raggiungere il Ponte di San Pellegrino e da lì imboccare la pista ciclopedonale del torrente Crostolo (che è anche Via Matildica dal Volto Santo – sentiero CAI 646) fino a giungere a Rivalta (bar, negozi), proprio nei pressi dei resti della settecentesca Reggia Estense. 

Proseguire quindi sulla VMVS fino alla scenografica Villa d’Este nota come Vasca di Corbelli (parco con laghetto) da cui – abbandonata la VMVS/CAI 646 – si imbocca la variante CAI 646A e si giunge dapprima in località Boschi e quindi al paese di Puianello (bar, farmacia, negozi alimentari).

Da Puianello, con lunghi tratti di pista ciclabile, proseguire per Montecavolo e Roncolo superato il quale si raggiunge Quattro Castella.

Difficoltà: TC
Distanza: 20 km

Itinerario Ciclo-escursionistico: Se si desidera pedalare fuoristrada fin da Puianello, seguire il più lungo e impegnativo percorso degli itinerari escursionistici precedentemente descritti, tutti pedalabili solo se in assenza di fango.

Difficoltà: MC/BC con breve tratto in discesa OC
Distanza: 25 Km

A Piedi

Itinerario Principale: Giunti nella città di Reggio Emilia, raggiungere con mezzi propri o pubblici la frazione di Rivalta (bar, farmacia, negozi alimentari; collegamenti diretti con autobus SETA Linea 5 ogni 30 minuti circa, sia dalla stazione Mediopadana, che dalla Stazione Centrale e da Porta Castello). 

A Rivalta, nei pressi dei resti della settecentesca Reggia Estense si può imboccare la Via Matildica dal Volto Santo (sentiero CAI 646) fino alla scenografica Villa d’Este o Vasca di Corbelli (parco con laghetto) e poi continuare fino al paese di Puianello (bar, farmacia, negozi alimentari).

Da Piazza Gramsci in Puianello seguire dapprima il sentiero 646A e il 642G (Mucciatella – Monte Leone – Cà Nuova – Salvarano – Eremo di San Michele) per poi congiungersi con il sentiero 642F proveniente da Montecavolo presso la località il Cerro. Si segue il primo crinale con splendida vista sulla pianura padana e sull’Appennino. Superato il parco di Roncolo ed il Monte Airone imboccare il sentiero 642D che velocemente (20 minuti) conduce a Quattro Castella (albergo, B&B, bar, farmacia, negozi).

Difficoltà: “T” fino a Puianello. “E” da Puianello a Quattro Castella.
Durata: 4 ore circa da Rivalta; 3 ore da Puianello.

A Piedi – Variante Breve

Giunti da Rivalta a Puianello percorrere Via Menozzi (SP21) dapprima per marciapiede e poi pista ciclabile fino a Montecavolo (bar, farmacia, negozi alimentari) all’altezza di Via Firenze. Da qui dapprima per Via Giovanni XXXIII poi per via IV Novembre si giunge ad imboccare via XXV Aprile e via Toscanini (Strada del Cerro) che si segue fino al congiungimento con l’itinerario principale. Questa variante, quasi tutta su asfalto, evita molto dislivello e assai velocemente conduce al percorso di crinale che porta a Quattro Castella.

Durata: 3 ore circa da Rivalta; 2 ore da Puianello.

A Piedi – Variante Lunga

Se si desidera partire a piedi direttamente dalla stazione Mediopadana AV seguire la Via Matildica dal Volto Santo (CAI 646) che si incrocia nei pressi del lato est della stazione e percorrerla fino al centro di Reggio Emilia (si tratta in realtà di un tratto di scarso interesse che può essere più opportunamente percorso con mezzi pubblici). Attraversato il grazioso centro storico cittadino, raggiungere quindi il Ponte di San Pellegrino e da lì imboccare la pista ciclopedonale del torrente Crostolo (che è anche Via Matildica dal Volto Santo – sentiero CAI 646) fino a giungere a Rivalta ove ci si ricollega all’itinerario principale.

Durata: 2,5 ore circa da Stazione Mediopadana AV a Rivalta.

Come personalizzare il cammino

Il Sentiero dei Ducati è un lungo trekking, di difficoltà “E” (escursionistica), suddiviso in indicativamente 11 tappe, alcune delle quali anche di lunghezza e dislivello significative. Tuttavia, si presta ad essere interpretato anche come una più generale “direttrice di viaggio”, con la libertà di percorrerne anche solo alcune tappe, raggruppandole o spezzandole, sulla base del proprio “stile” di cammino, adeguandolo così anche alle proprie disponibilità temporali (un weekend lungo, un’intera settima, una lunga vacanza). 

Alcune delle tappe del Sentiero dei Ducati raggiungono luoghi che, seppure con bassa frequenza e con disponibilità da verificare attentamente sulla base del periodo dell’anno, sono servite da mezzi pubblici (autobus) consentendo così di fare rientro (più o meno direttamente e brevemente) alla base di partenza. In particolare, i paesi e borghi di Ciano D’Enza, Vetto, Castagneto, Andrella, Miscoso, Succiso ed il Passo del Cerreto possono diventare eventuali destinazioni finali di camminatori che, avendo a disposizione meno tempo, pianificano un ritorno anticipato alla partenza, anziché giungere fino a Sarzana.

In altre sezioni di questa pagina vengono forniti i recapiti delle Autolinee pubbliche e inoltre quello di alcune agenzie di trasporto private che erogano servizio di taxi/minibus e noleggio pullman (per gruppi).

Si segnala inoltre che Il Sentiero dei Ducati è letteralmente “immerso” in una più ampia rete sentieristica del CAI (solo nel tratto reggiano oltre 1200 km di sentieri, tutti segnati e cartografati) che consente all’escursionista con adeguata esperienza di disegnare appaganti percorsi ad anello, esplorando così anche i territori circostanti, altrettanto ricchi di emergenze storiche e naturalistiche. Trasformando così questa lunga traversata dalla Pianura Padana al mare Tirreno anche in una serie di più brevi escursioni, da godersi anche in semplici fine settimana.

Ti suggeriamo quindi di progettare con cura il tuo viaggio, prima di partire, sfruttando le ricche informazioni e i link contenuti in questo sito Web, prendendo anche in considerazione le interessanti caratteristiche del territorio che circonda il Sentiero dei Ducati.

Come tornare dal Sentiero dei Ducati

Avete percorso tutte le tappe del Sentiero dei Ducati e siete giunti a Sarzana (o Luni), forse stanchi ma sicuramente felici per la straordinaria esperienza appena conclusa. Come fare ora per tornare a Reggio Emilia?

Beh, se siete giunti a Sarzana non ci sono grossi problemi. Sarzana è infatti ben collegata con Reggio tramite numerose corse giornaliere di treni Regionali e Regionali Veloci delle Ferrovie dello Stato. Con pochi Euro ed un massimo di 3 ore di viaggio (incluso cambi treno a Vezzano Ligure o Pontremoli e poi a Parma o Fidenza) vi ritroverete magicamente al punto di partenza …dopo 11 gg di cammino!

Se invece avete scelto di raggiungere la zona archeologica di Luni (Via Appia 9, 19034 Ortonovo- SP) vi sono varie possibilità per tornare a casa:

  • con Mezzi Pubblicia Luni vi è una piccola stazione ferroviaria (in località Luni, 19033 ColombieraMolicciara – SP, a circa 30 minuti di cammino dalla zona archeologica) con alcune corse giornaliere sia in direzione Sarzana-La Spezia che in direzione di Carrara-Avenza. In alternativa vi sono autobus di linea, particolarmente frequenti nella stagione turistica estiva. Da tali località vi sono varie combinazioni di treni regionali e interregionali che conducono sia a Reggio Emilia che a Bologna. Considerare circa 5 ore di viaggio in entrambi i casi.
  • in Bicicletta: si consiglia di raggiungere il bel borgo medioevale di Sarzana eventualmente passando da Marinella di Sarzana e Fiumaretta (strada asfaltata e pista ciclabile).
Come accorciare il cammino

Avete meno giorni disponibili oppure intendete percorre solo una specifica tratta del Sentiero dei Ducati? Ecco come fare …

Da Vetto e da altre località lungo la valle dell’Enza

Seppure con rare corse giornaliere alcuni dei borghi attraversati dal Sentiero dei Ducati sono collegati a Reggio Emilia da autobus SETA. Ciano d’Enza, facilmente raggiungibile a piedi da Canossa (e – con più ore di cammino – da Trinità, via Selvapiana e Cerezzola) è collegata alla città anche dalla linea ferroviaria Reggio-Ciano.

Da Rigoso

  • Con mezzi pubblici : giunti a Rigoso da Succiso, si può rientrare passando da Parma, tramite mezzi pubblici delle autolinee TEP.
  • In bicicletta: per strade asfaltate da Rigoso fino a Neviano degli Arduini e Traversetolo oppure (passando per Compiano) per San Polo D’Enza fino a Quattro Castella (pista ciclabile da Cerezzola fino a San Polo). In entrambi i casi circa 62 km, prevalentemente (ma non esclusivamente) in discesa.

Dal Passo del Lagastrello

In bicicletta: giunti al Passo del Lagastrello da Succiso (sesta tappa) o da Rigoso (inzio settima tappa), in bicicletta si può rientrare a Quattro Castella per strada asfalta lungo la sponda destra dell’Enza passando da Vetto (62 Km). Tratto in salita prima di Vetto il resto prevalentemente in discesa (pista ciclabile da Cerezzola fino a San Polo). In alternativa si può scendere per strada asfaltata fino ad Aulla (27 km) e poi rientrare in treno via Parma. In tal caso si passa accanto alle antiche rovine dell’Abbazia di Linari.

Da Camporaghena o Sassalbo

  • A piedi e con trasporti pubblici: da Camporaghena (tramite sentiero CAI 102 e poi CAI 00) o da Sassalbo (tramite sentiero CAI 98 e poi SS63) è possibile abbandonare il Sentiero dei Ducati e fare rientro a Reggio Emilia raggiungendo il Passo del Cerreto (bar, ristoranti, alberghi). Il Passo del Cerreto è raggiungibile anche da Sassalbo con mezzi pubblici (circa 10 minuti) lungo la SS63 (autobus Sassalbo – Passo del Cerreto con linea 23 della CCT nord da Massa Carrara oppure linea da Aulla). Dal Passo del Cerreto si prosegue con autobus SETA per Castelnuovo nei Monti e poi per Rivalta e Reggio Emilia. Se sei partito da Quattro Castella, giunto a Puianello puoi tornarci seguendo l’itinerario descritto nella sezione “Come arrivare al Sentiero dei Ducati”.
  • In bicicletta: fino al Passo del Cerreto poi in discesa per strade asfaltate fino a Castelnuovo Monti (con splendida vista sulla Pietra di Bismantova) fino a Puianello (circa 60 km prevalentemente in discesa). Da Puianello proseguire fino a Rivalta e Reggio Emilia oppure deviare per Quattro Castella. Le tratte “Puianello” – Reggio e “Puianello-Quattro Castella” sono tutte su ottima pista ciclabile. In alternativa, prima di giungere a Castelnuovo Monti, superata Cervarezza e giunti in località Sparavalle deviare per Vetto e fare rientro a Quattro Castella (circa 70 km prevalentemente in discesa) lungo la valle dell’Enza (pista ciclabile da Cerezzola fino a San Polo).

Da Casola in Lunigiana

Seguire l’itinerario del Sentiero dei Ducati fino a Pieve San Lorenzo (circa 1 ora di cammino) da dove di può prendere il treno della linea Aulla– Lucca presso la stazione di “Minucciano-Pieve-Casola” e così raggiungere in meno di 30 minuti Aulla da cui poi proseguire verso Reggio via Parma o Fidenza.

Da Equi Terme o Ponte Monzone

Entrambi i borghi sono serviti dalla ferrovia Aulla– Lucca che consente di raggiungere in meno di 30 minuti Aulla da cui poi proseguire verso Reggio via Parma o Fidenza.

 

Link e Recapiti Utili

 

Club Alpino Italiano di Reggio Emilia:
Via Caduti delle Reggiane 1 H
42122 Reggio Emilia (RE)
Tel. +39 0522 436685
Email: info@caireggioemilia.it
Website: www.caireggioemilia.it

Club Alpino Italiano di Fivizzano:
Sede legale: Via Stretta, 5 54013 Fivizzano (MS) Sede sociale: struttura COC-Protezione Civile, Via Variante Nord 50, 54013 Fivizzano (MS)
Davide +39 329 3856169
Andrea +39 333 7161477
Email: cai.fivizzano@virgilio.it
Website: www.caifivizzano.it

Club Alpino Italiano di Sarzana:
Piazza Firmafede 13 – 19038 Sarzana (SP)
Tel. e Fax. +39 0187 625154
E-mail: caisarzana@libero.it
Website: www.caisarzana.com

Ufficio Informazioni Turistiche Reggio Emilia:
Via Farini, 1/A
Tel. +39 0522 451152
Email: iat@municipio.re.it
Website: https://turismo.comune.re.it/it/reggio-emilia/servizi-e-fiere/servizi-turistici/uffici-informazione/informazione-accoglienza-turistica-iat

Associazione Operatori Turistici Lunigianesi:
Piazza Vittorio Emanuele II, 19
Fivizzano – MS – Italy
Mobile:+39.377 103 1033
Email: info@visitlunigiana.it
Website: www.visitlunigiana.it

 

 

 

Cartografia

Per la tratta da Quattro Castella a Sassalbo, si suggeriscono le carte escursionistiche scala 1:25.000 edite da Geomedia:

  • Carta 1: La Collina Reggiana (da Puianello e Quattro Castella a Crovara)
  • Carta 2: L’Appennino Reggiano (da Crovara a Fornolo)
  • Carta 3: L’Alto Appennino Reggiano (da Fornolo a Sassalbo)

che nell’edizione 2020 già riportano il nuovo tracciato del Sentiero dei DucatiPer chi partisse da Reggio utile anche:

  • Carta 8: Alta Pianura Reggiana (da Stazione Mediopadana a Puianello)

Per la tratta in Lunigiana (ove non è ancora riportato il SD ma piuttosto il Trekking della Lunigiana – TL) si suggeriscono le carte escursionistiche scala 1:25.000 edite da 4Land:

  • Carta 203E “Appennino Ligure e Tosco Emiliano” (dal Passo del Lagastrello a Casola e Pieve San Lorenzo)
  • Carta 200 “Alpi Apuane” (da Pieve San Lorenzo a Marciaso)
  • Carta 141 “Bassa Val di Magra” (da Marciaso a Sarzana)

In aggiunta la carta Geomedia:

  • Carta 5 “Lunigiana Orientale” (dal Passo del Lagastrello a Ponte Monzone)

Si segnala inoltre l’ottima App “Sentieri dell’Appennino” di Geomedia (funzionante anche off-line) che copre l’intera parte reggiana del Sentiero dei Ducati e parte di quella Toscana. Scaricabile gratuitamente da Apple Store e Google Play. Per info: www.geomedia.re.it/sentieriappennino

Mezzi Pubblici
  • Provincia di Reggio Emilia (Corse Urbane ed Extraurbane): SETA, Tel +39 059 416711;
  • Provincia di Parma (Corse Urbane ed Extraurbane): TEP, Tel +39 0521 2141; 
  • Provincia di La Spezia (Corse Urbane ed Extraurbane): ATC, Tel +39 0187 522588; 
  • Provincia di Massa Carrara (Corse Urbane ed Extraurbane): CTT NORD, TEL +39 050 884000;
Agenzie di trasporto private
  • Servizio di taxi/minibus e noleggio pullman (per gruppi):

    Da Reggio Emilia:
    TIL: pullman da 8, 40 e 54 posti.
    Tel. +39 0522/927813 – 927654
    Email: noleggiobus@til.it 

    G.A.M. TRASPORTI: taxi e pullman da 9, 17,  30 e 54 posti.
    Tel. +39 0522 806560
    Mobile +39 346 2663117
    Email: info@gamtrasporti.it

     

    Da Ramiseto: Franceschini Viaggi dispone di servizio taxi e di autobus da 9 e 20 posti.
    Tel. +39 0522/817120
    Cel. +39 339/3965087
    Email: franceschiniviaggi@mail.com

     

    Da Castelnuovo nei Monti: Bismantour di Luca Ferretti dispone di autobus da 8, 16, 24, 50 posti (no taxi).
    Tel. +39 0522 810458
    Mobile: +39 349 1030044 – +39 334 3770187
    Email: info@bismantour.it

Meteo

Per informazioni sulle condizioni meteo e su serie storiche si possono consultare le seguenti fonti:

  • ARPAE (Agenzia Regionale per la Prevenzione, l´Ambiente e l´Energia dell´Emilia-Romagna) 
  • LaMMA (Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale Regione Toscana 
Condividi questa pagina