SD-GRAVEL Tappa 3: Vetto d’Enza – Succiso Nuovo (RE)

Difficoltà: TC+/MC 32.3 1300 760 1080 357

Punto di Partenza: Vetto d’Enza (RE) Piazza Caduti di Legoreccio; Q.440 mslm
Punto di Arrivo: Centro visita del Parco; Succiso Nuovo (RE); Q 980 mslm

Note: Un tratto di S MC+ tra Fornolo e Succiso Superiore. Con meteo sfavorevole si consiglia di proseguire su A fino a Succiso seguendo le indicazioni stradali. Con fondi asciutti si consiglia di seguire il percorso MTB tra Cereggio e Montedello.

Descrizione della Tappa

Il filo conduttore della 3° tappa è la Valle del Torrente Enza, con le sue antiche vie di comunicazione e le sue vicende storiche.

Le carrarecce su cui si svolge il percorso, ora utilizzate per accesso a boschi e campi, erano le antiche direttrici di collegamento tra valle e montagna, uniche vie di accesso a valichi come il Passo del Lagastrello.

In antichità questi luoghi furono famosi per una singolare vicenda storica. La “Valle dei Cavalieri” era costituita da piccoli feudi spesso in lite tra loro. Tra 1200 e la metà del 1400 questi feudatari riuscirono, anche grazie al “Trattato di Vallisnera”, a mantenere una relativa autonomia dai Ducati di Parma e Modena.  

In tempi più recenti, i pessimi collegamenti e le difficili condizioni di vita hanno determinato una forte emigrazione e l’abbandono del territorio. Paesi come Succiso furono raggiunti da una vera strada solo molti anni dopo la Liberazione. 

Pedalando tra i tanti borghi saranno le loro caratteristiche e tipologie abitative a rendere evidente il fenomeno dell’abbandono. A questo fa eccezione Succiso. 

Chi vi arriva senza conoscerne la storia si stupirà di un paese con case recenti, costruite in modo “ordinato” a fianco di strade moderne. 

Succiso è risorto tre volte. Prima un terremoto, poi una frana ed una ”alluvione” che lo hanno semidistrutto, poi l’esodo e l’abbandono con la chiusura dell’ultimo bar, unico punto di aggregazione. 

Le case mostrano la seconda rinascita, la Cooperativa di Comunità “Valle dei Cavalieri” a cui appartiene il posto tappa, è la spiegazione della terza.  

Nel bar “risorto”, vero punto di aggregazione di un paese “vivo”, chi volesse approfondire potrà cercare informazioni in un bel libro illustrato o ancora meglio potrà chiedere alle persone del posto. Saranno felici di raccontare come hanno fatto.

Note Tecniche

Posti tappa consigliati: Agriturismo Valle dei Cavalieri – Cooperativa di comunità.
Punti acqua: Vetto, Gottano di Sopra, Taviano, Castagneto, Pieve San Vincenzo, Succiso.
Punti di assistenza: Numerosi bar, trattorie e posti tappa alternativi lungo il percorso; consultare l’elenco strutture.

Condividi questa pagina